SOCIAL


 
DOWNLOAD

   SCARICA IL VIDEO IN FORMATO mp4


   SCARICA IL VIDEO IN FORMATO 3gp
 
 
 

PALAZZO SAMMICHELI

Il Palazzo del Comune è conosciuto come Palazzo Sammicheli, anche se l'attribuzione diretta al grande maestro veronese è dubbia; è tuttavia evidente l'influenza del Sammicheli, come di altri grandi del '500 veneto, quali il Falconetto, il Sansovino, il Palladio. (Foto 1)
La data comunemente accettata per la costruzione dell'edificio è il 1538; sappiamo però che un furioso incendio, nel 1593, oltre a privare la Città dell'antichissimo Archivio Storico, rese necessari lavori di ristrutturazione e ricostruzione, soprattutto delle parti superiori. Altri elementi risalgono al secolo successivo.
Gli annessi Uffici, costruiti con modalità che imitano il disegno del Palazzo, e che si collocano al posto della vecchia Loggia, risalgono all'epoca della dominazione austriaca.
Il Palazzo presenta una perfetta partitura degli spazi e nettezza del disegno; per evitare lo spiacevole effetto di una mole incombente sulla strada principale, è stata creata la piazzetta antistante, che consente il pieno godimento della sua vista.
Alla base, robusti pilastroni sostengono gli alti archi, con chiavi di volta a mascheroni e stemmi cittadini. Il piano di mezzo mostra tozze finestre bugnate. (Foto 2)
Il piano superiore presenta bei finestroni rinascimentali con balaustre, separati da lesene con capitelli ionici e chiusi da archi a tutto sesto su tre lati, un arco e due timpani - a destra e a sinistra - sulla facciata.
Al pian terreno, erano allogate, fino ad alcuni anni or sono le carceri, mentre ora vi sono collocati uffici comunali. Un ripido, elegante scalone permette di accedere ai piani superiori. Qui troviamo la saletta del Podestà, dominata dal pregevole camino con cappa affrescata a decorazioni floreali e angioletti. Il vero capolavoro è però la Sala consigliare, con il suo soffitto scolpito in legno, ricco di aggetti con ghirlande, volute, teste d'angelo, opera del famoso intagliatore Marcantonio Vanin, del 1605. (Foto 3 e 4)
Il punto di osservazione migliore per ammirare questo maestoso edificio si trova nella  parte posteriore, dove la massa risalta in tutta la sua imponenza, grazie anche al leggero dislivello delle strade secondarie rispetto alla via Carrarese. (Foto 5)
Dietro la grande mole del Palazzo municipale, si può osservare una graziosa casetta settecentesca che imita, pur nelle sue ridotte dimensioni, una residenza signorile.

 

 

 
 
 

Coop.Services Soc. Coop. Sede Legale: Piazza Giovanni XXIII n° 160 - 35044 Urbana (PD) Sede Operativa: Via P. Amedeo 49/A - 35042 Este (PD)
www.coop-services.com

ita    www.tesoritralemura.com    eng

Camera di commercio di Padova L'Associazione Generale Cooperative Italiane - Veneto Coop Services PianuraNews.Tv